Chi Sono

Era novembre del 2015 quando, per dirla con Pirandello, “il treno ha fischiato”.
Ci sono momenti nella vita in cui sembra di trovarsi su una nave in mezzo ad una tempesta: ogni scelta, ogni direzione da seguire può trasformarsi in una trappola o, peggio, può costringerti a girare in tondo, con grande dispendio di energie e senza condurti verso la destinazione scelta.

In quel momento qualcosa si è rotto, ma solo per poter fare spazio alla costruzione di qualcosa di nuovo. Mi sono guardato attorno, mi sono fermato a ragionare ed ho puntato con decisione il dito verso una direzione precisa: la fantasia.

La fantasia è una risorsa estremamente potente: ci permette di guardare oltre il grigio della routine quotidiana; ci permette di accettare ed apprezzare ciò che è diverso dalle nostre abitudini, dai nostri costumi e dal nostro modo di pensare e vedere la realtà.
Molti purtroppo non sono consapevoli del fatto che, spesso, serve più lavoro per trasformare in un racconto di 100 pagine il parto di una fervida immaginazione rispetto a quanto ne serva per scrivere un saggio di 600 pagine su un determinato argomento; questo perchè si tratta di dare forma ad un’idea (a volte solamente ad un’immagine confusa) che ti ronza nella testa, togliendoti il sonno e implorandoti di trasformarla in concreta realtà.
Questo è ciò che ho fatto io, a mio modo.

Trovato il locale adatto, a gennaio 2016 ho iniziato a lavorare di buona lena su ogni aspetto della libreria: dall’aspetto esteriore, per il quale il mio motto è sempre stato “semplicità”, fino all’assortimento dei titoli, che ho scelto con cura allo scopo di poter offrire qualcosa di diverso dal solito ed in grado di stuzzicare la curiosità dei lettori, risvegliando in loro il desiderio di far lavorare la fantasia come, quasi certamente, avevano già fatto in passato, prima che la narrativa si trasformasse in un continuo ripetersi di storie tutte uguali.

Per questo motivo l’offerta è e sarà sempre variegata; sono molte le case editrici e gli autori che meritano maggiore attenzione ed il mio obiettivo è quello di dare spazio alla fantasia “di qualità”, cercando, ove possibile, di soddisfare ogni richiesta con il fine ultimo di rendere la libreria un punto di riferimento per gli appassionati del fantastico di Torino e provincia.

Non credo verrà mai un giorno in cui potrò dire: “Ok, ciò che dovevo fare l’ho fatto” e questo mi entusiasma molto perchè, tra i pregi della fantasia, c’è anche questo: non finisce mai.

Jpeg
Jpeg